SOAPOPERAFANZINE

#TheMenuIssue

Let's talk

MIMOSA MISASI: CHEZ SOAPOPERA

// I cook love. What's your superpower?

A PROJECT BY MIMOSA MISASI AND IRENE GHILLANI

I was lucky enough to meet Mimosa away from her kitchen, on a Sunday lunch to the taste of Cuban tales, sfogliatelle and intimate laughters.
And this is how, even before her profession, menus, recipes and culinary projects served me the most important dressings: the smile and enthusiasm of those who love their work.

The contagious serenity of those who have transformed a vocation into a lifestyle.
Mimosa Misasi was born and grew up in Naples where – as she herself says – she breathed the sun and the sea to bring them with her to Milan where she lives and works.
Aware that cooking is an art form that finds its strength in harmony, balance and contrast, the young Neapolitan chef loves to experiment starting from tradition, choosing each product through the senses, touch, smell and sight.
A 100% SoapGirl, passionate, meticulous, curious, determined, sunny. Available, creative.
What is her super power? Love!

With the help of our magic illustrator Irene Ghillani, Mimosa has created for this issue a special menu dedicated to SoapOpera:

“The menu is born from the thought of creating a visual and gustatory path that refers to freshness, delicacy and contrasts, a bit like we women are.
The season is summer, the tones are shades of pink.
It starts with octopus, roasted, a strong taste of the sea, savoury, a good chewiness, accompanied by a soft sauce with smoked apple, slightly sweet that hardens and smoothes the sharpness of the protagonist.
We continue with the rice ravioli, the pasta is thin, white, the transparency reveals the filling of purple Mazara prawns, the most precious species there is, the sea here is delicate and is mixed with the Mediterranean flavours of the water of tomato, flavoured with garlic and fresh basil, served slightly warm and the basil gel that adds to the dish a herbaceous and earthy component.

The dentex fish is a delicate and full-bodied one, I have approached the watercress, since in ancient times it was known for its purifying properties and is also said to be aphrodisiac; has a slightly pungent taste, the peach sauce binds the two elements with the sweetness and creaminess and a touch of spiciness.
After these flavours I thought to clean the mouth with an infusion, the fig leaf is a beautiful one, keeps the blood sugar level low, as well as being very delicate and good, ginger and lemon refresh and prepare for the dessert.
Finally the greedy part, the caramel waffle is crunchy and thin, you eat with your hands leaving space for the creamy chocolate that cuddles the palate, then it is the turn of the raspberry sorbet which leaves freshness and acidity in contrast, conferring a certain balsamic quality.
I thought about women, how we are, each of these dishes refers to some different characteristic that belong to us. “

Bon appetit 😉

Do you want to bring some Mimosa with you or chez you? Find out how you can enjoy her creations on her website! SoapOpera approved.

*
*
*

Words by Federica Ciuci Priori
Menu by Mimosa Misasi
Illustration by Irene Ghillani

Translation by Amanda Luna Ballerini
Special thanks to Franca Ceracchi

*
*
*
ITA

*
*
*

Ho avuto la fortuna di conoscere Mimosa lontano dalla sua cucina, ad un pranzo domenicale al sapore di racconti cubani, sfogliatelle e risate intime.
Ed è così che, prima ancora della sua professione, dei menù, delle ricette e dei progetti culinari mi sono stati serviti i condimenti più importanti: il sorriso e l’entusiasmo di chi ama il proprio lavoro.
La serenità contagiosa di chi ha trasformato una vocazione in uno stile di vita.
Mimosa Misasi ̬ nata e cresciuta a Napoli dove Рcome dice lei stessa Рha respirato il sole e il mare per portarli cone se a Milano dove vive e lavora.
Consapevole che la cucina sia una forma d’arte che trova la propria forza nell’armonia, nell’equilibrio e nel contrasto, la giovane chef partenopea ama sperimentare partendo dalla tradizione, scegliendo ogni prodotto attraverso i sensi, il tatto, l’olfatto e la vista.
Una SoapGirl al 100%, appassionata, meticolosa, curiosa, determinata, solare. Disponibile, creativa.
Qual’è il suo super potere? L’amore!

Con l’aiuto della nostra magica illustratrice Irene Ghillani, Mimosa ha ideato per questo numero un menu speciale dedicato a SoapOpera:

“Il menu nasce dal pensiero di creare un percorso visivo e gustativo che rimandi alla freschezza, alla delicatezza e ai contrasti, un po’ come siamo noi donne.
La stagione è l’estate, i toni quelli del rosa.
Si inizia col polpo, arrostito, un sapore deciso di mare, sapido, una buona masticabilità, è accompagnato da una salsa soffice alla mela affumicata, leggermente dolce che tempra e smussa le spigolosità del protagonista.
Proseguiamo con i ravioli di riso, la pasta è sottile, bianca, la trasparenza fa intravedere il ripieno di gamberi viola di mazara, la specie più pregiata che c’è, il mare qui è delicato e si mischia ai sapori mediterranei dell’acqua di pomodoro, aromatizzata con aglio e basilico fresco, servita leggermente tiepida e il gel di basilico che fa acquisire al piatto una componente erbacea e terrena.
Il dentice è un pesce delicato e corposo, l’ho accostato al crescione d’acqua, già dall’antichità noto per le sue proprietà depurative e si dice anche afrodisiache, ha un sapore leggermente pungente, la salsa di pesche lega i due elementi con la dolcezza e la cremosità ed una punta di piccantezza.
Dopo questi sapori ho pensato di pulire la bocca con un infuso, la foglia di fico è un bellissimo prodotto, tiene basso il livello di zuccheri nel sangue, oltre ad essere davvero delicata e buona, zenzero e cedrina rinfrescano e predispongono al dolce.
Infine la parte golosa, la cialda al caramello è croccante e sottile, si mangia con le mani lasciando spazio al cremoso al cioccolato che avvolge il palato come una coccola, poi è la volta del sorbetto al lampone che invece sferza freschezza e acidità in contrasto, l’organo fresco conferisce una certa balsamicità.
Ho pensato alle donne, a come siamo, ognuno di questi piatti rimanda a  qualche caratteristica diversa che ci appartiene.”

Bon appetit 😉

Vuoi portare un pò di Mimosa con te o da te?
Scopri come poter assaporare le sue creazioni sul suo sito! SoapOpera approved.

*
*
*

Introduzione a cura di Federica Ciuci Priori
Menu di Mimosa Misasi
Illustrazioni a cura di Irene Ghillani

Traduzione a cura di Amanda Luna Ballerini
Un ringraziamento speciale a Franca Ceracchi

FOLLOW US ON - INSTAGRAM - FACEBOOK - PINTEREST - VIMEO - YOUTUBE
#TheTravelIssue
placeholder
#TheMenuIssue
placeholder
#TheWorkIssue
placeholder
#TheItalianIssue
placeholder
#ThePuppyIssue
placeholder
SoapOpera
Culture is the best served on high heels
© SoapOpera Fanzine 2014-2019